Colpita dalla legge di Murphy la rinascita di Modena

0
119

I bergamaschi della Familiare Tagliuno oltre ogni previsione hanno sconfitto i favoritissimi emiliani per 5-3.

Nel primo girone del campionato di serie A2 per Possaccio non esistevano molte speranze di poter matematicamente superare la Rinascita di Modena, dopo la sconfitta della scorsa settimana, essendo alle spalle, seppure di un solo punto, e non avendo più a disposizione lo scontro diretto che avrebbe potuto consentire il sorpasso. Il destino era nelle mani degli emiliani, che stavano assaporando l’ebbrezza della vetta e, vincendo i tre incontri non proibitivi che li aspettavano, avrebbero quanto meno condiviso il primato con S. Angelo Montegrillo. Non sapevano, gli incauti, che la legge di Murphy – parafrasando: se qualcosa può andare male, ciò prima o poi accadrà – era in agguato con un perfido ghigno sulle labbra. Non sapevano che i bergamaschi della Familiare Tagliuno avevano deciso di chiudere la stagione degli sconti e non avevano alcuna intenzione d’immedesimarsi nel ruolo della vittima predestinata, così, oltre ogni previsione, non solo non hanno perso, ma addirittura hanno sconfitto i favoritissimi per 5-3.

Tonfo clamoroso e di nuovo Possaccio si è ritrovata arbitra del proprio destino. Vincendo entrambe le gare che la attendono – l’8 febbraio in trasferta contro i ternani dell’Impresa Edile Piccirillo e il 29 febbraio in casa lo scontro diretto con i perugini – il primato sarebbe messo in cassaforte. Mentre i modenesi erano intenti a scavarsi con puntiglio la loro fossa, i verbanesi assetati di vendetta, dopo l’inopinata sconfitta dell’andata, procedevano ad annichilire gli abruzzesi de L’Aquila, inanellando una serie spietata di vittorie. Primo tempo chiuso sul 4-0 e pratica archiviata al quinto incontro col perentorio successo di Chiappella/Toruani per 8-0.ADVERTISING

Spettacolo nello spettacolo l’esibizione del Max nazionale. Boccia del punto al volo: colpita, boccia del punto al volo: colpita. Altra giocata, due punti a terra con il pallino sul fondo, ultima boccia nella mani di Chiappella, terzo punto scontato? No, boccia di Turuani a metà campo, coperta dalle bocce avversarie, boccia al volo – ma cosa sta facendo? Mormorano fuori -: colpita e i punti diventano quattro.

Nel campionato di Serie A, nel primo girone, per la milanese Caccialanza è ormai intonata la Messa di Requiem di Mozart, non incompiuta per la scomparsa dell’autore prima della ultimazione, ma praticamente completata. Mancano due giornate al termine e la distanza dalla compagine terza classificata – Cvm Moving System – è ancora di tre punti, ma i riminesi devono ricuperare l’incontro casalingo con Cagliari, avversario certamente non irresistibile. Se vinceranno la distanza si amplierà a sei punti e pensare di chiudere il gap rappresenterebbe per i milanesi un puro esercizio di fantascienza.

PILLOLE DI BOCCE
Sabato 25 gennaio – Campionato Italiano Serie A2 – Dodicesima giornata
Possaccio (VCO) – L’Aquila 7-1 (57-23)
Classifica – S.Angelo Montegrillo 28, Possaccio 27, Rinascita 25
Venerdì 24 gennaio . Vergiate – Campioni provinciali terne:
Categoria A – Basini/Dall’Oco/Marchese – Ternatese
Categoria B – Bolzani/Monti/Toscani – Basso Verbano
Categoria C – Baraldi/Casartelli/Giudici – Beigiurnà
– Femminile individuale:
Categoria A – Guzzetti Barbara – F.lli d’Italia
Categoria B – Secco Luisella – F.lli d’Italia
Categoria C – Politi Sara – Renese
– Disabili:
Tenconi Antonio – Casciago
Giovedì 30 gennaio – Gorla Maggiore – Finali Campionati Provinciali coppia A e B.
Individuale C.

Venerdì 31 gennaio – San Cassano – Finali Campionati Provinciali individuale A e B.
Coppia C. Disabili coppia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.