Bocce, Serie A: l’Alto Verbano cade male in casa contro Montegridolfo

Niente da fare per i ragazzi di Diego Basile che sabato hanno rimediato la loro prima sconfitta stagionale dopo le due vittorie. Ecco com'è andata

0
41

Niente da fare per i ragazzi di Diego Basile che sabato hanno rimediato la loro prima sconfitta stagionale dopo le due vittorie. Ecco com’è andata

(articolo di Roberto Bramani Araldi)

E dire che l’incontro della terza giornata con Montegridolfo era iniziato sotto i migliori auspiciAndreani era decollato con il suo solito atteggiamento autoritario, orientato a dimostrare ancora una volta chi fosse il più forte in campo: accostate precise, bocciate al volo e di raffa altrettanto millimetriche e Manuelli, non l’ultimo arrivato – anche lui giocatore di A1 inserito ai primi posti della classifica stagionale -, strapazzato con un secco 8-2. La prima individuale sembrava, come il solito con l’Andreani di questi tempi, una pura formalità.

Invece si vede che, forse trascinato dalla pioggia battente, è comparso un folletto, sicuramente maligno, deciso a scompigliare le carte, invertendo l’ordine dei fattori. Nel secondo set Manuelli si portava sul 6-0 e, malgrado il tentativo di rimonta del campione alto-verbanese, lo concludeva a proprio favore col punteggio di 8-3. Perciò AltoVerbano – CVM 1-1. Nulla era ancora compromesso, ma sul campo adiacente la terna riminese schizzava sul 7-1, approfittando dell’inizio non esaltante di Gusmeroli e Signorini; a quel punto, iniziava una lenta rimonta, un punto alla volta fino al 7-5, poi il solito folletto stabiliva d’intervenire favorendo una giocata dove tutte le casualità, che nello sport delle bocce possono diventare decisive, andavano contro i verbanesi, che soccombevano 8-5, consentendo il sorpasso agli avversari. Prima del riposo mancava solo l’ultima individuale, che poneva il giovane Gusmeroli contro un altro campione di A1 quale Gaetano Miloro. Il risultato non sarebbe stato affatto scontato, ma ci sarebbe voluto il Gusmeroli delle prime due giornate, non quello che era rimasto negli spogliatoi: qualche giocata di gran classe, ma tanti, troppi errori soprattutto nel tiro, che non potevano che favorire l’attento e spietato Miloro. 8-6 il finale e situazione fortemente compromessa sull’1-3. Alla ripresa per l’Alto Verbano esisteva un’unica speranza: che il duo Andreani/Signorini s’impossessasse di entrambi i set e l’altra coppia Barilani/Gusmeroli compisse il miracolo di portarne a referto almeno uno.

Ma non era giornata. Signorini, raramente così altalenante nell’accosto, coinvolgeva anche Andreani, che continuava a procedere sulla falsariga del secondo set contro Manuelli. La sconfitta si andava sempre più concretizzando con il successo di CVM, neppure tanto faticoso – bisogna pensare ad alcuni salvataggi in extremis, dettati dalla disperazione, attuati dai locali –, per 8-5.

Nell’altro campo ciò che stava avvenendo era ancora più drammatico. Diego Basile, vista la cattiva giornata al tiro di Gusmeroli, gettava in campo il giovanissimo Giorgio Bramati, il quale, certamente preso dall’emozione per un tale esordio, esordiva con una serie di cilecche al tiro sulle bocce, che non poteva essere compensata dal successo su due pallini – forse le bocce rappresentavano un bersaglio troppo semplice, facciamo vedere come si fa a colpire il boccino! -, sufficienti a prolungare l’agonia, ma non a girare l’orientamento del set: 8-3 e partita ormai andata col 5-1 per il piccolo centro in provincia di Rimini ad un passo dalla Marche.

Qui si svolgeva l’inutile rito della conclusione con gli ultimi due incontri. La gente sfollava, non solo perché la squadra di casa aveva perso, ma perché gli ultimi set veniva giocati dai quattro attori in campo con sufficienza, quasi fosse un’esibizione, erano semplicemente inutili, servivano solo a fissare i punteggi per eventuali future classifiche: forse occorre pensare a un diverso sistema, magari ad inseguimento, dove fino all’ultima boccia non si sa che vince la sfida.

Alto Verbano – CVM Utensiltecnica Montegridolfo 1-7 (35-58):
Barilani, Gusmeroli, Signorini (AV)  – Ga. Miloro, Monaldi, Paolucci (CVM) 5-8
 Andreani (AV) – Manuelli (CVM) 8-2 4-8
Gusmeroli (AV) – Miloro (CVM) 6-8

Andreani, Signorini (AV) – Manuelli, Paolucci 5-8 1-8
Barilani, Gusmeroli (Bramati) (AV) – Ga. Miloro, Monaldi (CVM) 3-8 3-8

PILLOLE DI BOCCE
– Mercoledì 14 novembre – Crenna (Gallarate) – 53° Trofeo Crennese coppie A,B,C,D.
– Giovedì 15 novembre – Crenna (Gallarate), organizzazione F.lli d’Italia – 3° Trofeo Mario Isotta – coppie.
– Venerdì 16 novembre – Brezzo di Bedero – Finale 2° Memorial Comm. Remo Passera – Individuale regionale B e C/D, finali separate.
– Sabato 17 novembre – Ternate – Trofeo Ternatese – Finale coppie A,B,C,D.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.